Il Presidente Conte ha firmato il nuovo Dpcm recante le misure per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Rimane di fatto obbligatorio l’uso della mascherina al chiuso e all’aperto laddove non sia possibile rispettare il distanziamento di almeno un metro.

Rimane in vigore il divieto di assembramento fino al 31 luglio 2020.

Nel nuovo Dpcm, viene confermato lo stop ai convegni, fiere e congressi così come si impedisce la riapertura delle discoteche al chiuso.

Considerati l’evolversi della situazione epidemiologica, il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e l’incremento dei casi sul territorio nazionale e non; allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus vengono confermate le misure igieniche previste , a partire dal lavaggio delle mani e all’uso del gel disinfettante. Confermato anche il divieto di assembramenti, così come la previsione di una sanzione penale per chi viola la quarantena obbligatoria. Proroga anche per le regole sul lavoro agile e per l’obbligo di sanificare i luoghi di lavoro.

ll dpcm conferma anche il divieto di ingresso in Italia per i viaggiatori provenienti da 13 Paesi: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldavia, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana. Confermata anche la quarantena di 14 giorni per chi proviene da Paesi extra-Ue ed extra-Schengen. Inoltre si prevedono controlli più stringenti negli aeroporti, nei porti e nei luoghi di confine.

La novità  riguarda i voli in aereo: viene eliminata la restrizione per cui non era possibile portare un bagaglio a mano a bordo. Si potrà tornare a imbarcare il bagaglio nelle cappelliere.

Viaggiamo responsabilmente tenendo sempre alta la guardia, il dato dei contagi cresce ovunque.

Social