Mentre gli addetti ai lavori cercano di capire tutti gli effetti che il nuovo #Coronavirus può comportare, con il tempo diventiamo sempre più abili nelle tecniche di protezione.

Così, a fronte delle conclusioni della 9° Giornata mondiale per la lotta alla Trombosi, che si è celebrata a metà aprile, alcuni DPI scalano la classifica tra le preferenze degli operatori.

Molti studi confermano la relazione tra coronavirus e trombosi.

Secondo la ricerca, coordinata da Francesco Marongiu, direttore della scuola di specializzazione in Medicina interna e dell’Unità complessa dell’Aou di Cagliari, uno dei possibili effetti del Covid19 sull’organismo, infatti, può essere una tromboembolia, che aggrava il decorso della malattia virale.

Tutte le volte che si sviluppa un’infezione nel nostro corpo, il sangue partecipa alla battaglia per la guarigione, aumentando la sua coagulazione: molto spesso l’ iperocoagulabilità può aumentare la probabilità di sviluppare coaguli di sangue nelle arterie e\o nelle vene in qualunque parte del corpo dai polmoni fino ad arrivare al cervello

Come abbiamo già raccontato in precedenza, molti esami ambulatoriali e specialistici si stanno orientando verso l’uso di strumenti e DPI monouso. Infatti, in questi giorni registriamo una maggiore richiesta che riguarda la cuffia monouso per elettroencefalogramma (EEG).

La crescente necessità di effettuare esami EEG in emergenza, in terapia intensiva e in casi sospetti di Covid, ha fatto crescere la richiesta di queste cuffie monouso che garantiscono EEG affidabili e in totale sicurezza sia per l’operatore (che evita il passaggio della sterilizzazione) sia per il paziente.

Con queste pillole di informazioni, Mediplus ci tiene a sottolineare quanto la salute e la sicurezza di tutti ci sta a cuore.

Restiamo distanti, ma uniti per lo stesso obiettivo.

Social